logo1.pnglogo2.png

Copioni

Favolescion di Mauro Cattivelli e Paolo Quattrocchi Atti 2 – durata 120′

Favolescion-teatro-favolaNo, per fortuna il “Regno delle Favole” c’è ancora, ma rischia di scomparire molto presto. Per colpa della televisione. Che c’entra la tivù con le fiabe? C’entra, eccome. Pochi sanno che quando si racconta “Cappuccetto Rosso” o “Cenerentola”, contemporaneamente nel “Regno delle Favole” la “vera” Cappuccetto Rosso e la “vera” Cenerentola recitano sullo scenario fantastico le vicende descritte dalla nostre parole. Ed è solo perché loro “interpretano” la favola che noi, qui sulla Terra la possiamo raccontare.

Chi ha rapito il lupo cattivo?lupo grigio di Mauro Cattivelli e Paolo Quattrocchi Atti 1 – durata 60′

Ogni volta che sulla Terra viene raccontata una favola, nel Regno delle Favole arriva una “chiamata” urgente e Cappuccetto Rosso e gli altri personaggi devono correre in scena a recitare il proprio ruolo. Solo per questo è possibile, per noi, raccontare le favole.

Cafè Olympusgli dei dell'Olimpo di Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli Atti 1 – durata 60′

Dove sono andati a finire tutti quegli dèi che un tempo l’umanità adorava? Sono stati dimenticati. E che fanno ora? Molti se ne stanno a casa loro e rimpiangono i tempi in cui erano amati, adorati e implorati. Altri, invece, non si sono rassegnati e hanno pensato che l’unico modo di riconquistare l’amore degli umani è quello di diventare divi del cinema o della musica, i miti moderni.

Attento alla Cioccolata, Callaghan! L’incredibile caso Aulait-von Dent di Mauro Cattivelli e Paolo Quattrocchi Atti 1 – durata 60′

Tommaso, apprezzato scrittore di gialli “noir”, è disperato. Una grave crisi di ispirazione non gli ha consentito di ultimare il centesimo numero della fortunata serie del Detective Callaghan, che il suo editore attende improrogabilmente fra poche ore.

I robot non vanno dal barbiererobot di Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli Atti 1 – durata 60′

E’ un giorno qualsiasi di un futuro prossimo venturo. Gli elettrodomestici sono ormai così perfezionati e “intelligenti” che non solo comprendono ed eseguono comandi dati a voce, ma parlano e rispondono a tono ai loro “padroni”. I robot sono da tempo impiegati nei lavori che nessun umano vuole più fare (praticamente tutti). Di più: per evitare che la crescente drammatica diminuzione delle nascite provochi il crollo del sistema economico,

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti oad alcuni cookie cliccare sulla sezione più informazioni