logo1.pnglogo2.png

Mamma – Tanti anni fa, nel regno di Viengiù, vivevano tre saggi, che si chiamavano Losò, Losai e Losà.
Losò (facendo un inchino) – Losò.
Losai (facendo un inchino) – Losai.
Losà (facendo un inchino) – Losà.
Mamma – Erano tutti e tre grandi scienziati, e avevano trascorso la loro vita a studiare.
Pierino – Poveretti!
Mamma – Ognuno di loro si vantava di aver letto più di centomila libri. Losò, Losai e Losà passavano il giorno e la notte a discutere di astronomia…
Losò – …fisica, chimica, matematica…
Losai – …biologia, ingegneria…
Losà – …architettura, medicina…
Mamma -…e mille altre materie, arrovellandosi a risolvere problemi scientifici di ogni genere. Pur avendo opinioni profondamente diverse, i tre saggi erano perfettamente d’accordo su un punto.
Pierino – Che è meglio giocare che studiare!
Mamma – No. Tutti e tre convenivano che…

Losò, Losai e Losà (in coro) – Sui libri c’è la soluzione di ogni problema.

Losò – I libri hanno una risposta per tutto!
Losai – Basta leggerli!
Losà – Perciò, se volete vivere bene, studiate, ragazzi!

Nonsò (fuori scena) Non sono d’accordo! Studiare non basta!

Mamma – … rispose un giorno una voce.
Pierino – Sono d’accordo!

Losò, Losai e Losà (in coro) – Chi ha parlato?

Mamma – …chiesero i tre saggi, scandalizzati che qualcuno potesse contraddirli.

Entra in scena Nonsò

Nonsò – Nonsò!

Losò, Losai e Losà (in coro) – Come, “non so”?

Nonsò (facendo un inchino) – Nonsò è il mio nome, venerabili saggi!
Losò – Come osi contraddirci? Lo sai chi sono io?
Nonsò – Lo so, Losò! Io non ti contraddico. La cultura è necessaria, non lo nego, ma non è tutto. Anzi, se non è accompagnata dall’esperienza e dalla riflessione, può essere addirittura dannosa!

Losò, Losai e Losà (insieme) – Un libro non può mai fare del male!

Pierino – Basta che non te lo danno in testa! (Prende un libro e se lo sbatte sulla testa)
Mamma – I tre saggi iniziarono un’accalorata discussione per cercare di convincere Nonsò, ma quello ribatteva pacatamente a tutte le obiezioni. Passeggiando e discutendo accanitamente, i quattro saggi si ritrovarono fuori della città. A un tratto videro per terra le ossa di un animale, sbiancate dal sole.
Losò – Ecco una buona occasione di dimostrare la profondità delle nostre conoscenze e della nostra intelligenza. Io sui libri ho imparato a rimettere insieme queste ossa.
Mamma – E le rimise insieme.
Losai – Io ho imparato a far tornare la carne, il sangue, i nervi e la pelle!
Mamma – E così fece.
Losà – Io ho imparato a rendere la vita a questo animale!
Mamma – Nonsò, che aveva visto che quell’animale era un leone, gridò…
Nonsò – Aspetta! Aspetta! Prima salgo su un albero! (corre via)
Mamma – E scappò. Losà fece tornare in vita l’animale…

Entra in scena Leone. Losò, Losai e Losà scappano, inseguiti da Leone.
…che, essendo un leone, divorò tutti e tre i saggi. Quando il leone si fu allontanato,

Nonsò scese dall’albero e se ne tornò a casa sua.

Nonsò – Poverini! Gliel’avevo detto che leggere i libri non basta, anzi può essere addirittura dannoso!
Pierino – Lo vedi, mamma? Che ti dicevo? Invece giocare non fa mai male!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti oad alcuni cookie cliccare sulla sezione più informazioni