logo1.pnglogo2.png

Mamma - C’era una volta una bambina che si chiamava Spinacetta, perché aveva i capelli come gli spinaci.

Entrano in scena Spinacetta e Mamma di Spinacetta

Mamma - La mamma le diceva sempre…
Mamma di Spinacetta - Non allontanarti, Spinacetta, perché in quella casa nera sulla collina abita una strega cattiva. E se ti prende, ti mangia!
Spinacetta – Uffa mamma, me lo dici sempre! Stai tranquilla che non ci vado nella casa nera.

Mamma di Spinacetta esce

Mamma - Spinacetta rispondeva ogni volta così, ma la curiosità di vedere la strega era tanta, che ogni giorno si avvicinava un po’ di più alla casa nera per spiare quello che succedeva là dentro.
Un giorno si armò di coraggio ed entrò nel giardino.

Entra in scena Fiore

Mamma – Spinacetta vide un fiore azzurro, bellissimo, che le sorrideva.
Fiore - Ciao, Spinacetta! Prendimi con te. Sarò tuo amico e giocheremo sempre insieme.
Mamma - Spinacetta lo colse e in quello stesso istante il fiore si trasformò nella strega cattiva.

Esce di scena Fiore e entra Strega Cattiva

Strega Cattiva - Ah, lo sapevo! Ti ho preso! Adesso sei la mia schiava!
Mamma - La strega prese Spinacetta e la portò nel salone, che era tutto nero.
Strega Cattiva - Vedi questa stanza, Spinacetta? Quando torno stasera deve essere bianca come il latte. Se no, ti mangerò!

Strega cattiva esce

Spinacetta (piangendo) - Povera me! Non ce la farò mai…
Mamma - In quel mentre sentì bussare alla porta. Spinacetta andò ad aprire e vide entrare un orco gigantesco che le disse…

Entra in scena Orco Casimiro

Orco Casimiro - Ciao, piccola!
Mamma - Spinacetta si spaventò a morte, ma quello le fece…
Orco Casimiro - Non preoccuparti, piccola, sono Casimiro, il nipote della strega. Ma dimmi, perché piangi?
Spinacetta - Entro stasera devo rendere bianca tutta questa stanza, altrimenti la strega mi mangerà.
Orco Casimiro -Non c’è problema, piccola. Se mi dai un bacio, faccio tutto io!
Spinacetta - Preferisco dalla strega esser mangiata, piuttosto che da un orco esser baciata.
Orco Casimiro (ridendo) - La risposta mi è piaciuta, piccola! Farò tutto io lo stesso.
Mamma - Casimiro schioccò le dita e in un attimo la stanzetta diventò candida come il latte.

Poi l’orco se ne andò!

Orco Casimiro esce da destra. Appena è fuori scena, Strega Cattiva entra da sinistra.

Mamma - Ragazzi! Quando la strega tornò, non credeva ai suoi occhi.
Strega Cattiva - Sei stata brava, Spinacetta. Domani ti darò un compito più difficile. Dovrai mietere tutto il grano del mio campo e mettere tutti i chicchi di grano in quella stanza, in mucchietti di mille chicchi ciascuno.

Strega cattiva esce

Mamma - Spinacetta scoppiò a piangere, quando bussarono alla porta.

Spinacetta apre la porta. Entra Orco Casimiro

Mamma - Era di nuovo l’Orco Casimiro.
Orco Casimiro - Perché piangi, piccola?
Spinacetta - Devo mietere tutto il grano del campo e mettere tutti i chicchi di grano in quella stanza, in mucchietti di mille chicchi ciascuno.
Orco Casimiro - Non c’è problema, piccola. Se mi dai un bacio, faccio tutto io!
Spinacetta - Preferisco dalla strega essere mangiata, piuttosto che da un orco esser baciata.
Orco Casimiro - Non importa, piccola. Farò tutto io lo stesso!
Mamma - L’Orco Casimiro schioccò le dita e oplà! In un attimo tutto il lavoro era fatto, e il grano ammucchiato in mucchi di mille chicchi l’uno.

Orco Casimiro si avvia verso la quinta di destra, ma invece di uscire di scena, si nasconde in un angolo.

Mamma - Stavolta l’Orco Casimiro non se ne andò, ma si nascose in un angolo. Quando la strega tornò, fu ancora più sorpresa.

Entra in scena Strega Cattiva

Strega Cattiva - Sei stata brava, Spinacetta. Adesso mettimi una pentola sul caminetto, che voglio cucinarmi qualcosa.
Mamma - Mentre Spinacetta andava a prendere la pentola, l’orco uscì dal nascondiglio e le sussurrò..
Orco Casimiro (sottovoce) - Stai attenta, piccola, perché la strega vuole cucinare te nel fuoco.
Dille che sali sul tetto a sturare il camino.
Spinacetta - Strega Cattiva, vado sul tetto a sturare il camino.
Strega Cattiva - Va bene, ma sbrigati.

Spinacetta e Orco Casimiro vanno nel proscenio.

Mamma - Spinacetta salì sul tetto insieme all’orco e di lì soffiarono così forte dentro il camino, che il fuoco entrò nella stanza e bruciò la vecchia strega con tutta la casa.

Orco Casimiro si toglie la maschera da orco e abbraccia Spinacetta

Spinacetta - Ma allora non sei un orco!
Orco Casimiro - No, piccola. Sono il principe Casimiro. Finalmente sono libero dall’incantesimo della strega cattiva. Vuoi sposarmi?
Spinacetta - Preferisco dalla strega essere mangiata, piuttosto che dal principe esser sposata.
No, scherzo! Certo che ti sposo, mio bel principe!
Mamma - E Spinacetta e il principe vissero sempre felici e contenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti oad alcuni cookie cliccare sulla sezione più informazioni